AQ Dipartimento

B2 Politica per l’assicurazione della qualità del Dipartimento

Il Dipartimento di Scienze Clinico Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche rappresenta, nel contesto del nuovo riassetto del sistema Universitario, una delle strutture portanti delle didattica e ricerca mediche, di base e clinica.
In tale vasto ambito il Dipartimento si fa carico della gestione e del rilancio del complesso delle attività connesse alla formazione medica che, tradizionalmente, hanno valso all’Ateneo Pavese posizioni di primato nel contesto nazionale.
In questa fase di prima implementazione del sistema di qualità della ricerca, le azioni di ordinaria gestione e di Assicurazione della Qualità del Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche sono svolte dal Direttore del Dipartimento, con la collaborazione dei prof. Andrea Pietrabissa (PO), Fausto Baldanti e Raffaele Bruno (PA), dei Dott. Lorenzo Cobianchi, Roberta Migliavacca, Daniela Montagna, Giovanni Nicoletti e Francesca Sfondrini (RU).
Le linee strategiche della politica per l’assicurazione della qualità del Dipartimento sono:
1. Il consolidamento ed il rilancio delle attività didattiche, di base e cliniche, finalizzate al recupero ed al mantenimento di posizioni di primato nazionale di settore. Tale oneroso obiettivo procede dalla puntuale analisi delle criticità pregresse, attuali e prospettiche al fine di elaborare azioni correttive di medio e lungo termine. In tale ottica ha un ruolo di primo piano l’azione sinergica con gli altri Dipartimenti di area medica e con gli enti assistenziali convenzionati allo scopo di superare la sterile parcellizzazione se non la franca conflittualità delle rispettive singole iniziative.
2. L’incremento progressivo e strutturale, qualitativo e quantitativo, delle attività di ricerca, di base e, soprattutto, clinica, come si conviene ad un Dipartimento trainante nelle Scienze Mediche. In tale ambito ha un ruolo fondamentale la condivisione degli obiettivi e dei contributi al fine di incentivare la trasversalità delle linee di ricerca e l’ottimizzazione delle risorse a disposizione.
3. Il Dipartimento di Scienze Clinico Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche rappresenta il baricentro della interfaccia tra istituzione universitaria ed enti assistenziali e pertanto deve farsi carico dell’onere di una visione strategica del sistema assistenziale integrato, universitario ed ospedaliero, Pavese.
4. Il consolidamento e l’interpretazione in chiave contemporanea del complesso delle attività di didattica, assistenza e ricerca proprie di un Dipartimento di area medica non possono prescindere dall’impegno attivo nel trasferimento dei risultati della ricerca per contribuire allo sviluppo sociale, culturale ed economico della società: la terza missione. L’istituzione, il consolidamento e la valorizzazione dei centri di ricerca dipartimentali rappresentano una azione concreta di impegno diretto con il territorio e con tutti i suoi attori in tale direzione.
5. Il Dipartimento di Scienze Clinico Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche si fa promotore di un virtuoso processo di internazionalizzazione inteso non come mero adeguamento a standard propri di altri sistemi in deroga al proprio bensì come acquisizione e consolidamento di un ruolo propositivo attivo sulla scena internazionale.

Gruppo di Riesame

CPDS

SUA – Cds, Rapporti di Riesame, relazioni CPDS

SUA – RD